Blog

IL FUTURO INIZIA DA QUI

Se vi siete persi gli ultimi dati su quale social network stia letteralmente sfondando non sarà difficile per voi capire che il più caldo del momento è senza dubbio Instagram.
Tutti pensavano che quando Zuckerberg lo acquistò ad una cifra esorbitante (un miliardo di dollari tre anni fa) mai avrebbe potuto contrastare lo strapotere di Facebook.
In realtà ben sappiamo che quando Mr Z. si muove lo fa senza troppe esitazioni, il motivo presto detto e lo conferma l'opa su Whatsapp è il seguente: So come ti chiami (grazie a Fb), che foto fai e dove le scatti (quindi dove vai - con Instagram) e che numero di telefono hai (grazie a Whatsapp). Quindi so tutto, ma proprio tutto di te, che tu voglia o che lo sappia o meno.

Tornando ad Instagram con oltre 300 milioni di utenti mensili attivi, ha ormai superato Twitter. E quasi la metà di tutti gli utenti di Instagram sono sotto i 25 anni. E' un dato clamoroso sulla carta ma abbastanza naturale per chi frequenta questo social e trova ormai normali le frequentazioni più svariate.

Oggi ci sono Instagrammers famosi che vivono grazie a sponsorizzazioni esterne di brand e marchi del food, del fashion del lusso e cosi via.

Gli artisti si stanno dando un gran da fare a perfezionare l'uso di Instagram ora più che mai. E' 'diventato ufficialmente un social network must-to do per artisti, illustratori, architetti, cantanti. E se ben gestito può contribuire a far crescere una base di fan più ampia di di Facebook e Twitter.

Come Facebook e Twitter, Instagram è una community con delle regole che non sono scritte, si autogenerano grazie alla frequentazione del social stesso ed ogni utilizzatore può fungere da spunto per post di altri. Occorre apprendere (ed in fretta) ciò che è accettato e ciò che invece non è ben visto, serve poi una partecipazione costante, la community deve poter interagire in modo naturale, ispirata dalle foto o dai commenti, non ci deve essere nulla di precostruito. Instagram è diventato uno dei modi migliori per lanciare spettacoli, nuove canzoni e video. Ma non è corretto abusarne a fini autopromozionali.

Una buona regola per Instagram (ma anche per gli altri social), è che solo il 10% del tuo feed dovrebbe promuovere o vendere qualcosa, regola che può essere solamente variata nel caso di lancio di prodotti, di album, durante gli eventi.

Abbiamo pensato di non fornire consigli a destra ed a manca sul buon uso del social, in realtà lo avevamo già fatto qui ; vogliamo evidenziare invece alcuni buon motivi per cui su Instagram si hanno pochi followers e non si ottiene il successo sperato.

Senza ombra di dubbio il più marcato è dettato dalla volontà di non mostrare la propria immagine, il proprio volto in sostanza. A meno che non siate fotografi, designers o architetti, le persone vi seguono perché vogliono vedervi, conoscervi e capire qualcosa in più della vostra vita.

Non è sufficiente scattare una bella foto, solo del Duomo di Milano ad esempio, questo chiunque lo può fare; occorre metterci la faccia e possiamo dire che molti ci stanno riuscendo bene #selfie docet.

Inoltre se la persona che posta è un artista è pratica corretta postare foto dallo studio, dal set, perché no anche dello spettacolo. Questa tattica converte in followers ed il tutto è ampiamente dimostrato (basti guardare gli instagrammers star ed i loro profili).

Un altro motivo potrebbe riguardare la qualità delle fotografie postate per cui occorre curare nei dettagli lo scatto (serve luce giusta ed un buon smartphone) grazie alle varie possibilità tecniche (filtri e tools) che Instagram mette a disposizione.

Infine un occhio di riguardo va agli hashtag corretti da usare (cercateli su Google!), alle persone da taggare nei post, alla geolocalizzazione che mostra dove avete scattato la foto e ne tiene traccia. Non servono link che intanto non funzionano, serve partecipare, commentare, repostare (a tal proposito esiste repostapp l'equivalente del Retweet di Twitter).

Ah dimenticavo, agli user con profilo privato dico … andate da un'altra parte.. questo è un Social Network, una rete di persone non un posto esclusivo per pochi intimi.

Last edit: